Home Blog Page 2

Acufene Cura – L’acufene è facile da curare?

7

Acufene Cura: E’ facile da curare l’acufene?

Acufene curaLa questione è che l’acufene non è una malattia. Si tratta di un sintomo con tutta una serie di cause. Per trovare la acufene cura, dobbiamo affrontare la causa. Se è possibile correggere la causa facilmente, allora la risposta è sì! E ‘facile da curare.

Tuttavia, se la causa è qualcosa come un tumore benigno che sta lentamente crescendo su un nervo cranico, l’acufene allora non può essere facilmente curato. Il paziente può essere sottoposto ad un intervento chirurgico per il tumore e solo allora i sintomi dell’acufene possono diminuire o smettere.

In questo articolo esaminiamo le cause meno gravi dell’acufene che possono essere affrontate e risolte con adeguate acufene cure. Per le cause più gravi come i tumori, ipertensione e altri disturbi dei vasi sanguigni, sarebbe meglio consultare un medico e ottenere un parere professionale.

Una delle cause più comuni di acufene è l’ esposizione a livelli elevati di rumore per periodi prolungati. I Lavoratori edili che utilizzando un martello pneumatico, baristi che lavorano nei club di musica ad alto volume, deejay che girano per le discoteche club, boscaioli che utilizzano motoseghe e anche gli adolescenti che ascoltano l’iPod mp3 troppo forte, sono tutti potenzialmente a rischio acufene.

Nel malaugurato caso in cui si ha un lavoro dove c’è un sacco di rumore, sarebbe meglio trovare un altro lavoro. Se questo non è possibile, si può cercare di mettere dei piccoli tappi per le orecchie in schiuma e gomma da inserire nell’orecchio. Questi sono piccoli e poco appariscenti e non influenzeranno il tuo lavoro. In
questo caso la migliore acufene cura è la prevenzione.

Lo stress è un’altra delle cause di acufene. La migliore acufene cura in questo caso è quella di consigliare ai pazienti di imparare delle tecniche di rilassamento profondo per aiutarli a rimanere calmi e sereni. Se sei stressato, è molto più facile sviluppare l’acufene, che contribuirà a sua volta a far crescere ancor di più stress, depressione e crisi di nervi. Il consiglio migliore che si può dare e che non è semplicemente un’acufene cura, è quello di passare una vita più serena e tranquilla e quello di non agitarsi per le piccole cose.

In alcuni casi, le persone che assumono farmaci particolari, possono avere come effetto collaterale l’acufene.
Esso dipende dalla reazione del corpo al farmaco. Ad esempiio ai Soldati sul campo sono spesso somministrati farmaci anti-malaria come clorochina. Uno degli effetti collaterali di questo farmaco è il costante ronzio nelle orecchie.

Tutto dipende dal singolo individuo. Soggetti molto sensibili possono avvertire acufeni anche solo prendendo un’aspirina. Quindi, è fondamentale esaminare i fattori di stile di vita e ciò che si mangia e si assume, per vedere se vi è una correlazione tra le azioni ed i sintomi. Spesso è utile prendere nota delle dei comportamenti e di quello che si assume quotidianamente, da mettere in relazione con l’eventuale aumento o decremento dell’acufene per capirne le cause e tentare di porvi rimedio, modificando lo stile di vita o eliminando alcuni cibi o l’assunzione di alcuni farmaci.

I blocchi di cerume talvolta possono causare l’acufene. Si può eliminare il blocco facendo cadere qualche goccia di olio d’oliva in un orecchio e con un fazzoletto di carta asciugare l’olio. In caso di eccessivo cerume, si può parlare con un medico di famiglia per aiutarti a risolvere il problema.

Alla fine della giornata, vi è una parte enorme si può giocare per contribuire all’acufene cura. Tutto inizia da essere consapevoli e rimanere positivi mentre si cerca di aiutare se stessi.
Il progresso può essere lento e durare del tempo, ma se ci tieni veramente, puoi cercare finalmente di liberarti dell’acufene.

[divider]

Casi di successo 6: Fedele StancatiMiracolo per acufeni

“Dopo aver sofferto di acufene per 10 anni, finalmente sono stato in grado
di controllarlo ed eliminarlo gradualmente grazie a quello
che mi sembra essere semplicemente un miracolo.”

“Caro Thomas, il tuo programma è il miglior trattamento per acufeni che abbia mai sperimentato. Dopo aver sofferto di acufene per 10Fedele esperienza miracolo per acufeni anni, finalmente sono stato in grado di controllarlo ed eliminarlo gradualmente grazie a quello che mi sembra essere semplicemente un miracolo. Il tuo piano per fasi uniti alla tua impareggiabile guida personale hanno riportato la mia vita alla normalità. Il mio terapista e un membro della Canadian Tinnitus Association che è un mio caro amico mi hanno raccomandato il tuo libro e sono così felice che lo abbiano fatto. Ora posso lavorare, dormire e vivere come un essere umano. Mi sento rilassato, pieno di energia e ottimista. Come posso ringraziarti? Non ci sono parole per esprimere la mia gratitudine.

Grazie!”

— Fedele Stancati –(Roma, Italia)

Leggi la recensione sul libro di Miracolo per Acufeni

Disclaimer

La seguente testimonianza e I risultati osservati non possono essere associati solo alle indicazioni riportate nel libro Miracolo per acufeni. I risultati possono variare da individuo a individuo quindi il libro Miracolo per Acufeni non può garantire la guarigione dagli acufeni. Questa dichiarazione non è stata valutata da alcuna organizzazione governativa o da alcun medico. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare anche il Disclaimer del sito

 

Ebook Miracolo Acufeni

Acufeni Terapia per Anziani

0

 

Acufeni terapiaAcufeni Terapia per anziani

Le statistiche mostrano che circa il 10 % per cento della popolazione soffre di acufeni. La maggior parte dei malati sono nella fascia di età di 50 70. Studi hanno dimostrato che gli anziani sono molto più inclini a perdita di udito accompagnata da acufeni.  A causa dell’età, il corpo comincia a degenerare partendo con i sensi. La vista è di solito il primo senso ad essere colpito, seguito da olfatto, udito e gusto. Dal momento che si ha difficoltà di udito spesso si finisce per essere sottoposti a rumori forti che possono influenzare negativamente le già sensibili e delicate ossa del canale uditivo .

Con gli anziani, è necessario essere molto consapevoli della loro condizione fisica per poter suggerire una acufeni terapia e trattamenti che progressivamente vanno a trattare e rimediare ai sintomi. Con un trattamento migliore e poco invasivo, saranno più ricettivi e la comunicazione con chi li cura sarà migliore.

Il primo passo nella acufeni terapia negli anziani è quello di verificare la presenza di cerume nel loro canale uditivo. Gli anziani spesso non sono in grado di prendersi cura di se stessi al meglio delle loro capacità. L’ occlusione di cerume e la sporcizia nelle orecchie influenzerà il loro udito e può causare molto probabilmente l’acufene. Per pulire le orecchie possono essere usati Lavaggi chimici. Questo è raccomandato in quanto batuffoli di cotone, cotton fioc e strumenti di aspirazione sono generalmente sconsigliati. Una cosa che consigliamo e che sarebbe utile non solo per una adeguata acufeni terapia, ma anche per prevenire infezioni al canale uditivo, è quella di pulire le orecchie ogni giorno per prevenire o alleviare i problemi al canale uditivo.

Il secondo modo per alleviare i sintomi negli anziani e per una buona acufeni terapia, è quello di utilizzare la terapia rumore bianco. Questo può essere fatto facilmente usando generatori di rumore specificamente progettati per questo scopo che si trovano in commercio. Oppure, se volete risparmiare, una radio in sottofondo può essere sufficiente per mascherare i rumori nell’orecchio.

Spiaggia, onde e mare che splendida acufeni terapia…..acufeni terapia

Il principio è sempre lo stesso. Finché vi è un suono esterno leggermente più forte dei rumori nell’orecchio, sarà sufficiente per evitare o mitigare il fastidio. Così, la musica o il suono delle onde sulla spiaggia sono un buon modo per trattare l’acufene negli anziani. Nel caso in cui la persona anziana dice che ha una perdita dell’udito, è consigliabile portarla da un medico specialista in questo campo per fare una diagnosi. Il medico può raccomandare un apparecchio acustico, che viene fornito con un masker per aiutare anche la sopportazione dell’ acufene.

Il terzo modo per aiutare gli anziani con il loro acufene è quello di aiutarli a pianificare la loro dieta. Alcuni alimenti che contengono caffeina, troppo sale e altri stimolanti possono aggravare i sintomi e annullare gli effetti di una buona acufeni terapia. Gli anziani devono avere una sana alimentazione con ampie porzioni di frutta e anche vitamine e prendere integratori come lo zinco e melatonina. Tutte queste misure impediscono loro di sviluppare malattie come il diabete, problemi di pressione sanguigna( una delle cause di acufene), problemi cardiaci, ecc. Sarebbe una buona idea, per monitorare costantemente lo stato di salute, effettuare regolari check- up e test diagnostici. Se un anziano è in grado di mantenere un peso sano fino a tarda età, metà della battaglia è vinta. Con regolare esercizio fisico e uno stile di vita sano, i problemi comuni legati all’invecchiamento possono essere ritardati o addirittura impediti. I livelli di stress e la noia potrebbero anche non essere un problema .

Tutte queste piccole cose di cui abbiamo scritto e che sembrano insignificanti, quando messe insieme, possono diventare un grosso problema che può causare l’acufene e la perdita dell’udito negli anziani. Acufeni terapia: Prevenire è sempre meglio che curare!!

 

Acufene Cause: Quali sono le cause degli acufeni?

2

Acufene cause: ancora oggi sono molti i dubbi sulle reali cause degli acufeni

Acufene causeNonostante varie ricerche ed approfondimenti, la causa fisiologica di questa patologia non ha trovato riscontri. Potrebbe trattarsi di una combinazione di differenti elementi, come problemi legati al rumore, presenza eccessiva di cerume, assunzione di farmaci particolari, infezioni dell’orecchio, problemi temporo-mandibolari, patologie a carico del sistema cardiovascolare, presenza di tumori, traumi riportati alla testa oppure al collo, altre malattie e fattori ereditari: analizziamoli.
Per quanto riguarda possibili problemi all’udito causati da un rumore forte, bisogna prestare attenzione al fatto che l’essere esposti in ambienti ove vige un suono troppo potente, si potrebbe incorrere in danni piuttosto seri legati all’udito che, nel peggiore dei casi, distruggerebbe le cellule ricche di filamenti presenti nell’orecchio. Queste cellule non potranno essere ricostruite e non si potranno moltiplicare, causando quindi complicazioni all’udito permanenti. Tuttavia, l’acufene potrebbe insorgere anche senza la distruzione di queste cellule, basta solo assistere ad un concerto oppure partecipare ad una serata alternativa in discoteca.
Va ricordato che un forte rumore è la causa principale dell’acufene, che potrebbe insorgere anche a distanza di anni dopo aver percepito quel particolare suono.
Parlando del cerume, bisogna considerare il fatto che ogni persona ne presenta quantità differente e talvolta potrebbe essere prodotto in quantità talmente vaste da ostruire il canale uditivo compromettendone le funzionalità, facendo apparire l’acufene più intenso. Nel caso si presenti del cerume troppo abbondante sarà opportuno chiedere al medico di asportarvelo poiché il cotton fioc potrebbe fare bene poco.
Anche i farmaci assunti possono favorire l’acufene, poiché la maggior parte di essi viene considerata tossica per l’orecchio. Alcuni farmaci possono presentare l’acufene come effetto collaterale che può comportare disturbi temporanei oppure permanenti. È opportuno consultare il foglietto illustrativo prima di assumere un qualsiasi tipo di farmaco che potrebbe favorirne la presenza.
Le infezioni dell’orecchio potrebbero comportare l’insorgenza dell’acufene, come ad esempio la sinusite; una volta curata, l’acufene dovrebbe scomparire senza l’assunzione di farmaci.
L’acufene potrebbe nascere in persone che dispongano di mascella o muscoli non allineati ed è pertanto utile adottare una terapia che possa prevenire l’insorgenza della patologia, anche perché l’errato allineamento di muscoli e articolazioni facciali potrebbero condurre ad altre complicazioni.
Persone soggette a malattie a carico dell’apparato circolatorio presentano acufene pulsante, ovvero in grado di seguire il ritmo cardiaco. In questi casi bisognerà accertarsi che non vi siano altre patologie scatenanti, come soffio al cuore oppure aterosclerosi.
Anche i tumori possono causare l’acufene, anche se piuttosto di rado. Nel caso vi sia un tipo di tumore benigno che colpisca i nervi acustici oppure facciali, l’acufene potrebbe comparire come sintomo, accompagnato da paralisi della faccia e difficoltà d’equilibrio.
Nel caso via siano stati degli incidenti che abbiano provocato traumi a livello del collo oppure della testa, è possibile ritrovare l’acufene accompagnato da emicrania. Anche l’ipotiroidismo, l’ipertiroidismo e la fibromialgia possono causare l’insorgenza dell’acufene.
L’acufene potrebbe essere causato da una sorta di gene ereditario secondo alcuni studi specialistici condotti negli ultimi anni: pare via siano degli elementi base presenti nei geni di membri famigliari con acufene che potrebbero essere correlati tra loro.

Acufeni da Stress

Acufeni da stressAcufeni da stress !

Numerosi i fattori scatenanti dell’acufene, ma non sempre si tratta di fenomeni acustici. Vi sono delle occasioni di particolare stress in cui l’acufene si può manifestare, come ad esempio la perdita di una persona cara oppure il divorzio dal proprio compagno. Eventi emotivamente stressanti e debilitanti che potrebbero provocare l’insorgenza dell’acufene, chiamato in questa circostanza acufene da stress.
Secondo alcuni studi letterali, vi sono condizioni in cui l’acufene si manifesta non per motivi legati al canale uditivo come un’occlusione, un trauma dal punto di vista acustico oppure da una lesione neurosensoriale,ma per la depressione. Ovviamente, non tutte le persone depresse sono soggette ad acufeni da stress, ma in diversi casi è stato dimostrato come persone vittime della depressione presentassero un’insorgenza precoce della patologia.
L’acufene presente in modalità piuttosto limitata potrebbe provocare comunque dello stress, che a sua volta causerebbe un incremento di potenza dell’acufene stesso, percependolo in modo più intenso e talvolta debilitante. Secondo gli studi condotti dal Dottor Attanasia, lo stress potrebbe quindi essere una delle cause dell’acufene e non la conseguenza.
Ricerche condotte dal Dottor Cocchi, famoso medico e neurologo, dimostrano come lo stress possa provocare un’eccessiva quantità di glutammato che favorirebbe la presenza dell’acufene. Talvolta l’acufene può provocare delle vertigini e tale disturbo è correlato allo stress; difatti, la maggior parte dei pazienti con sintomi quali vertigini o stordimento, attraversano un periodo particolarmente stressante.

Lo stress è quindi uno dei motivi per cui potrebbe insorgere gli acufeni da stress

soprattutto considerato il fatto che consente la produzione di un ormone antiuretico che permette il regolamento dei liquidi situati nell’orecchio,creando minore o maggiore idrope. È fondamentale cercare di controllare il proprio livello di stress per prevenire l’insorgenza dell’acufene o, nel caso sia già presente, non portarlo a livelli invalidanti. Oltre all’incremento dell’ormone antiuretico, vengono incrementati anche adrenalina e cortisolo.
Sempre secondo quanto da noi rilevato dalle ricerche del Dottor Cocchi, ogni corpo è in grado di rispondere ad una determinata condizione proposta al nostro organismo e questo procedimento vale anche per lo stress. Nel caso aumenti la quantità di glutammato nel cervello, vi sarà un ulteriore incremento della stimolazione ipotalamica sia per il nucleo dorsale del vago che per quello del tratto solitario; tali punti rappresentano una probabile stimolazione neuroendocrina qualora si presenti stress. Riducendo il glutammato è possibile ridurre i sintomi provocati dall’acufene insorto a causa dello stress.Acufeni da stress
Molto spesso a causa di fattori stressanti l’acufene potrebbe presentarsi in entrambe le orecchie, scaturendo disagi e fastidi in qualunque soggetto affetto. Spesso, non è sufficiente utilizzare dei farmaci o ridurre lo stress per eliminare o per lo meno ridurre questi sintomi, poiché talvolta la causa dello stress potrebbe essere di natura psicologica, specialmente se correlata ad attacchi di panico o fobie in generale. Per prevenire, curare e ridurre la presenza degli acufeni da stress è importante capire la fonte dello stress, magari parlandone con uno psicologo oppure psichiatra, soprattutto nel caso in cui la condizione tenda a ripetersi anche per diversi anni, causando irritabilità in ogni paziente. L’assunzione di medicine potrebbe solamente alleviare il fastidio per poco tempo senza risultati permanenti. Acufeni da stress, che stress!!!!

[divider]

Casi di successo 7: Romilda QuadrelliMiracolo per acufeni

“I risultati delle tue istruzioni passo dopo passo
sono stati a dir poco fenomenali. Posso
affermare onestamente che la mia vita è tornata alla normalità in due mesi
dopo aver seguito i tuoi suggerimenti.”

Romilda esperienza miracolo per acufeni
“Caro Thomas, avendo avuto un acufene moderato un anno fa volevo documentarmi il più possibile per capire come fare per nonGrazie!”  peggiorare quest’incubo (ho letto storie terrificanti di persone che si sono suicidate per questo motivo) , ho trovato molto materiale sul web, ma mi sono resa conto presto che avevo bisogno di informazioni più affidabili ed obiettive. Allora ho comprato il tuo libro “Miracolo per Acufeni (TM)” è sono stata estremamente felice dell’acquisto. L’inglese non è la mia lingua madre ma il libro era facile da leggere e capire. I risultati delle tue istruzioni passo dopo passo sono stati a dir poco fenomenali. Posso affermare onestamente che la mia vita è tornata alla normalità in due mesi dopo aver seguito i tuoi suggerimenti. L’acufene è scomparso dalla mia vita ed è tutto merito tuo. Che Dio ti benedica sempre. “

— Romilda Quadrelli (Torre del Greco, Italia)

Disclaimer

La seguente testimonianza e I risultati osservati non possono essere associati solo alle indicazioni riportate nel libro Miracolo per acufeni. I risultati possono variare da individuo a individuo quindi il libro Miracolo per Acufeni non può garantire la guarigione dagli acufeni. Questa dichiarazione non è stata valutata da alcuna organizzazione governativa o da alcun medico. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare anche il Disclaimer del sito

Miracolo per Acufeni ebook

Il fastidioso ronzio alle orecchie, l’acufene?

1

Questo fastidioso ronzio alle orecchie…..

Per acufene s’intende una patologia che consiste nel percepire dei rumori in una oppure in tutte e due le orecchie, talvolta presente anche nella testa; il suono percepito sembra provenire dall’esterno, ma non possiede alcuna fonte particolare o specifica.
Secondo alcuni studi condotti dall’Associazione Americana Acufeni, sono più di cinquanta milioni le persone affette da acufene, sia esso d’entità grave oppure più lieve. I dati stimati indicano che almeno dodici milioni di pazienti soffrano di acufene grave e quindi necessitino di cure specialistiche; almeno due milioni degli individui americani con acufene presenta condizioni talmente debilitanti da rendere impossibili le normali attività quotidiane.
Ronzio alle OrecchieOgni paziente possiede acufeni con qualità differenti rispetto ad altri, poiché ogni persona è diversa da un’altra. Vi sono soggetti che percepiscono una sorta di tintinnio dopo essere stati esposti a rumori particolarmente forti, come una discoteca: in queste occasioni il disturbo tende a sparire nell’arco di poco tempo.
Altre persone dichiarano di percepire un leggero suono fastidioso senza apparente motivo, non potendolo distinguere o classificare con altri suoni presenti in natura. Fattore influente dell’acufene è la possibile presenza di disturbi legati all’udito, anche se tutti i soggetti presentano capacità di sopportazione dell’acufene differenti e totalmente personali rispetto ad altri.
Non vi sono limiti per questa patologia, difatti può intaccare persone di ogni età, senza distinzioni. Tuttavia, l’acufene non è un disturbo particolarmente presente nei bambini e, nel caso lo fosse, il piccolo potrebbe presentare delle malattie a carico dell’apparato uditivo da quando è nato. Nonostante ciò anche i piccoli possono essere soggetti ad acufene qualora si ritrovino in ambienti con rumori troppo elevati.

L’acufene Pulsante

Esiste una tipologia di acufene abbastanza rara e presente in minori quantità nelle persone e prende il nome di acufene pulsante, il quale è caratterizzato da rumore o ronzio alle orecchie abbastanza ritmico e pulsante; quasi sempre è sincronizzato con il battito del cuore. Questo tipo di acufene può essere diagnosticato adottando lo stetoscopio oppure inserendo un piccolo microfono nel condotto uditivo. Alcune delle cause significative di questo tipo di acufene potrebbero essere l’ipertensione, ovvero pressione sanguigna troppo alta, soffio al cuore, disturbi delle gambe come ad esempio il trombo di Eustachio, un tumore glomico, anomali presenti nelle vene o nelle arterie. Nonostante si tratti di un disturbo poco comune è possibile curarlo, seguendo i consigli del proprio medico curante.
I principali sintomi che si possono verificare con la presenza di un acufene sono fruscii, pulsazioni, sibili, fischi, stridori, rombi, ronzio alle orecchie, tintinni e crepitii, quasi sempre intermittenti. Oltre alla presenza di un rumore eccessivo, l’acufene potrebbe essere stato trasmesso tramite fattori ereditari, anche se non vi sono studi in grado di dimostrare con precisione l’evento.
L’acufene non è altro che una sorta di fastidio e ronzio alle orecchie, ma che viene prodotto dal nostro cervello e non da fattori esterni; donne e uomini vengono colpiti sempre più di frequente da questa patologia, anche se quasi sempre si rivela un disturbo temporaneo correlato all’esposizione di suoni bruschi come quelli presenti in un concerto, oppure alle feste del paese.

Acufeni Cause – Ricerca USA individua le possibili cause dell’acufene

1

 

Vicini alla scoperta delle Acufeni cause

Acufeni CauseL’acufene è quel disturbo generato da rumori che, apparentemente percepiti provenienti dall’esterno, si generano invece all’interno del canale uditivo. Sono uditi da chi ne soffre sotto forma di ronzio, fischio, pulsazione o soffio, spesso in modo così forte e fastidioso da causare enorme disagio nella vita sociale e difficoltà nel dormire e riposare. Le Acufeni cause purtroppo a oggi non sono ancora state ben identificate come non è stata individuata una cura specifica, non è strano per chi soffre di questo fastidioso disturbo sentirsi rispondere da medici e specialisti ”mi dispiace non si può fare nulla”, “purtroppo possiamo solo cercare di alleviare il fastidio”. Anche diversi trattamenti effettuati con dispositivi che cercano di celare l’acufene con arricchimenti sonori, sebbene siano ancora oggi molto utilizzati, evidenziano i loro limiti sia in termini economici sia perché non risolvono le acufeni causa, ma tentano di alleviare il fastidio.

 

Quante sono le persone che soffrono di acufeni?

Si stima che solo negli Stati Uniti una percentuale tra il 5 e il 15 per cento della popolazione soffre di disturbi legati a ronzio nelle orecchie, fischio nell’orecchio, rumori fantasma e altre condizioni riconducibili agli acufeni.

 

Come si è svolta la ricerca per individuare le acufeni Cause?

Dopo oltre tre anni di studi durati giorno e notte, i ricercatori dell’università di Pittsburgh, finanziati dal dipartimento della Difesa Statunitense, ritengono di aver trovato gli acufeni cause (Tinnitus) in un’area del cervello, Sede di un importante centro uditivo, chiamata Nucleo Cocleare Dorsale (DCN). Dalla ricerca, effettuata ora solo sui topi e non ancora sull’uomo, emerge che un farmaco antiepilettico ha dato dei risultati sorprendenti. La ricerca ha preso in esame un campione di Topi esposti a un rumore di 116 decibel per 45 minuti. Trenta minuti dall’inizio della prova e due volte al giorno nei giorni successivi il team ha iniettato il 50% dei topi con il farmaco anti epilettico.

Sette giorni dopo l’inizio dell’esperimento, i ricercatori hanno testato i topi per sapere se avevano o no sviluppato gli acufeni. Li hanno sottoposti a un suono continuo di 70 decibel, interrompendolo brevemente ogni tanto. I topi senza acufeni percepivano la pausa e si calmavano, mentre gli altri continuavano ad agitarsi perché non si rendevano conto che il suono era cessato. I ricercatori hanno evidenziato che i topi che avevano avuto il farmaco presentavano meno acufeni. Mentre non è stata una sorpresa che il 50 per cento dei topi non trattati avessero sviluppato l’acufene.

cause acufeni

Per chi volesse approfondire ecco il collegamento per scaricare la ricerca integrale in lingua inglese: Ricerca Acufeni Cause