Acufeni Cause – Ricerca USA individua le possibili cause dell’acufene

 

Vicini alla scoperta delle Acufeni cause

Acufeni CauseL’acufene è quel disturbo generato da rumori che, apparentemente percepiti provenienti dall’esterno, si generano invece all’interno del canale uditivo. Sono uditi da chi ne soffre sotto forma di ronzio, fischio, pulsazione o soffio, spesso in modo così forte e fastidioso da causare enorme disagio nella vita sociale e difficoltà nel dormire e riposare. Le Acufeni cause purtroppo a oggi non sono ancora state ben identificate come non è stata individuata una cura specifica, non è strano per chi soffre di questo fastidioso disturbo sentirsi rispondere da medici e specialisti ”mi dispiace non si può fare nulla”, “purtroppo possiamo solo cercare di alleviare il fastidio”. Anche diversi trattamenti effettuati con dispositivi che cercano di celare l’acufene con arricchimenti sonori, sebbene siano ancora oggi molto utilizzati, evidenziano i loro limiti sia in termini economici sia perché non risolvono le acufeni causa, ma tentano di alleviare il fastidio.

 

Quante sono le persone che soffrono di acufeni?

Si stima che solo negli Stati Uniti una percentuale tra il 5 e il 15 per cento della popolazione soffre di disturbi legati a ronzio nelle orecchie, fischio nell’orecchio, rumori fantasma e altre condizioni riconducibili agli acufeni.

 

Come si è svolta la ricerca per individuare le acufeni Cause?

Dopo oltre tre anni di studi durati giorno e notte, i ricercatori dell’università di Pittsburgh, finanziati dal dipartimento della Difesa Statunitense, ritengono di aver trovato gli acufeni cause (Tinnitus) in un’area del cervello, Sede di un importante centro uditivo, chiamata Nucleo Cocleare Dorsale (DCN). Dalla ricerca, effettuata ora solo sui topi e non ancora sull’uomo, emerge che un farmaco antiepilettico ha dato dei risultati sorprendenti. La ricerca ha preso in esame un campione di Topi esposti a un rumore di 116 decibel per 45 minuti. Trenta minuti dall’inizio della prova e due volte al giorno nei giorni successivi il team ha iniettato il 50% dei topi con il farmaco anti epilettico.

Sette giorni dopo l’inizio dell’esperimento, i ricercatori hanno testato i topi per sapere se avevano o no sviluppato gli acufeni. Li hanno sottoposti a un suono continuo di 70 decibel, interrompendolo brevemente ogni tanto. I topi senza acufeni percepivano la pausa e si calmavano, mentre gli altri continuavano ad agitarsi perché non si rendevano conto che il suono era cessato. I ricercatori hanno evidenziato che i topi che avevano avuto il farmaco presentavano meno acufeni. Mentre non è stata una sorpresa che il 50 per cento dei topi non trattati avessero sviluppato l’acufene.

cause acufeni

Per chi volesse approfondire ecco il collegamento per scaricare la ricerca integrale in lingua inglese: Ricerca Acufeni Cause

Un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Scroll To Top